Du.De, alleato
della qualità dell’aria

Home » Du.De, alleato della qualità dell’aria

Monitorare la qualità dell’aria, conoscere e registrare la concentrazione degli elementi di riferimento, è uno dei punti di partenza per la tutela della salute pubblica. L’aumento dell’industrializzazione dei territori nelle zone densamente popolate comporta una maggiore concentrazione di sostanze nocive nell’aria. Queste sostanze provengono dalle attività umane, dalla combustione di carburanti fossili e di biomasse per usi civili e industriali.

Si tratta di agglomerati di dimensioni estremamente ridotte, le cosiddette polveri sottili, misurabili in milionesimi di metro e invisibili a occhio nudo. Le sigle PM2,5 e PM10 identificano tutte le particelle con diametro da 2,5 a 10 milionesimi di metro. Queste sono composte da centinaia o anche migliaia di elementi diversi: materiale terraneo e metalli (cromo, nickel, manganese, piombo, idrocarburi policiclici aromatici), molti tossici e cancerogeni.

Un corretto monitoraggio della qualità dell’aria

Sitip Du.De monitora la qualità dell’aria con una strumentazione altamente professionale, una componentistica perfetta per l’installazione permanente all’esterno. Gli strumenti hanno alimentazione con batteria anti-blackout. Il sistema si può alimentare anche a pannelli solari, e il consumo di energia è veramente ridotto.
Sitip Du.De ottiene dati in tempo reale sulla concentrazione di polveri sottili e temperatura dell’aria, umidità e pressione atmosferica, velocità e direzione del vento. La correlazione tra queste informazioni è importantissima per una corretta interpretazione dei dati. La sola misura della concentrazione di polveri sottili in un punto perderebbe significato perché non correttamente contestualizzata.

La misura in tempo reale della concentrazione di polveri sottili è un parametro utile per la gestione dei periodi di funzionamento degli impianti di riscaldamento, per regolare la circolazione stradale, valutare l’impatto di nuove attività che si insediano sul territorio come cantieri edili, complessi industriali e pianificazione delle arterie stradali.
I dati raccolti inoltre concorrono alla creazione di un archivio storico che consente l’analisi statistica e la formulazione di preziose previsioni sull’andamento stagionale.

A chi si rivolge Du.De?

Il servizio del monitoraggio della qualità dell’aria si rivolge a:

  • Enti pubblici come le scuole
  • Aziende manifatturiere
  • Imprese edili
  • Enti locali.

I dati raccolti danno un riscontro sull’efficacia delle manovre attuate per il contenimento o la riduzione dell’inquinamento atmosferico, prendere decisioni efficace e ponderate basate su dati reali, contromisure funzionali per evitare sprechi o disagi inutili, aiutare nella prevenzione di malattie dell’apparato respiratorio.

Miglioramento della qualità dell’aria è un atto di salvaguardia del bene collettivo.


Vedi i dati dei sensori sperimentali

Contattaci

Tutti i campi contrassegnati da * sono obbligatori.
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA e si applicano la Privacy Policy e i Termini del Servizio di Google.